La riforma della crisi d’impresa richiama in scena i penalisti: Nexta nel focus di Italia Oggi Sette

La riforma della crisi d’impresa richiama in scena i penalisti: Nexta nel focus di Italia Oggi Sette

Pubblichiamo di seguito il commento di Giulio Cerioli, rilasciato per l’approfondimento di Italia Oggi Sette a cura di Antonio Ranalli, sulla riforma della crisi di impresa e la risposta degli studi italiani alle aumentate necessità in ambito di diritto penale di impresa.

***

A circa un anno dall’approvazione della riforma sulla prevenzione e risoluzione di crisi d’imprea, ovvero la cosiddetta Riforma Fallimentare, gli avvocati tracciano un primo bilancio. Le novità più innovative definite dal decreto legislativo n. 14 del 12 gennaio 2019 entreranno in vigore il 15 agosto 2020, mentre alcune modifiche al codice civile sono già entrate in vigore. Nell’ultimo periodo gli studi italiani hanno rafforzato molto la loro presenza nel diritto penale d’impresa, aumentando il numero di professionisti oppure aprendo nuove divisioni.

[omissis]

Per l’avvocato Giulio Cerioli, presidente di Nexta “una spinta innovativa introdotta dal legislatore che ha determinato l’avvio di un parallelo e indispensabile processo di cambiamento del modo di fornire servizi legali alle imprese che, sempre di più, si discostano dal modello tradizionale.
È, di fatti, sempre più attuale la necessità per le PMI, come già per le grandi realtà aziendali, di adeguare l’assetto organizzativo, amministrativo e contabile al nuovo contesto giuridico. È proprio in questo nuovo e mutevole contesto che anche noi abbiamo ritenuto di potenziare e qualificare ulteriormente l’offerta”.

In allegato il PDF con l’articolo completo